Isole Tremiti

Distano 12 miglia dalla costa garganica, le cosiddette perle dell’Adriatico rappresentano un arcipelago di rara bellezza. Ne fanno parte cinque isole: San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e Pianosa. Sono migliaia i turisti che ogni anno fanno tappa in questo paradiso naturale e incontaminato che vanta fondali variopinti e grotte meravigliose. Le isole sono facilmente raggiungibili tramite motonavi, traghetti e aliscafi. Via elicottero dall'aeroporto di Foggia. 

San Nicola pur essendo la più piccola è il centro amministrativo dell'arcipelago. 
Presenta una forma stretta e allungata, la maggior parte del suo territorio è roccioso. Numerosi resti della civiltà ellenistica sono stati rinvenuti sull'isola. La leggenda vuole che qui si trovi la tomba dell'acheo Diomede, ma anche testimonianze romane e medievali rendono San Nicola l'isola più ricca di resti storici: torri, fortificazioni imponenti, muraglie, chiese e chiostri di una fortezza-abbazia.
L'isola di San Domino è coperta da una rigogliosa pineta e da fitto sottobosco mediterraneo. Lungo le coste è possibile addentrarsi nelle grotte marine del Bue Marino, delle Rondinelle, delle Viole, del Coccodrillo e delle Murene. L'isola conserva tracce del periodo Neolitico. San Domino è la più attrezzata in ambito turistico: hotel, residence e villaggi turistici accolgono i visitatori.
L’isola di Capraia è totalmente disabitata, priva di vegetazione è ricoperta da un'ampia varietà di fiori ed è frequentata da una colonia di gabbiani. Il Cretaccio è un grosso scoglio argilloso, anch'esso disabitato. L'isola di Pianosa costituisce riserva integrale del Parco Marino.

Alcune Strutture Consigliate