Cagliari

  • Shopping
  • Mangiare e Bere
  • Tempo Libero

Offerte speciali

Nessun lastminute disponibile in questa zona

Eventi

Le mie vacanze

Nessun racconto di viaggio per questa zona

GUESTHotel Blog

Presto online...

Cagliari è una'antica città che conserva la memoria di antiche civiltà, ancora visibili nei monumenti e negli edifici.

Le sue origini risalgono alla preistoria, quando le sue popolazioni iniziaro ad effettuare scambi commerciali con altri paesi del meditterraneo. Nel corso dei secoli è stata oggetto di numerose occupazioni, che le hanno conferito un carattere aperto e accogliente verso i visitatori. Caratteristicha mantenuta intatta fino ad oggi. Qui si trovano hotel, alberghi, bed and breakfast, ma anche villaggi turistici e residence. Ma Cagliari non è solo storia. Il mare è un altro importante elemento. Le sue coste, lunghe oltre cinque chilometri, sono di sabbia sottile. La città è circondata dalla cosidetta Sella del Diavolo, un promontorio che ospita il porto turistico di Marina Piccola e la spiaggia del Poetto.
 
Storia e Monumenti
Cagliari racchiude dentro di sè tutti gli elementi delle culture che l'hanno toccata, influenzandola durante i secoli, nell'architettura, nel linguaggio, nell'arte e nella cucina.
I primi furono i Fenici, successivamente i Romani, che costruirono strade, acquedotti e porti, e ancora dopo fu la volta dei Bizantini.
Poi furono gli Spagnoli che esercitarono il loro dominio, per circa 400 anni, fino all'arrivo dei Piemontesi, che si concluse nell'Ottocento.
L'urbanizzazione di Cagliari avvenne per opera della giudichessa di Cagliari, che donò a Lamberto Visconti, il Castrum Calaris.
La città divenne quindi sede della colonia piasana.
In questo periodo fu edificata la Cattedrale, splendido esempio dell'arte barocca a Cagliari.
Questo edificio si affaccia al Quartiere Castello, sulla piazza del Palazzo.
Particolarità dell'edificio è la cripta presente sotto l'altare principale, chiamata "dei Martiri".
La Cripta fu realizzata da artisti cagliaritani e siciliani.
La facciata fu invece costruita nel Settecento, su progetto di Fossati, genovese, per essere poi ricostruita nel Novecento, in stile finto romanico.
Da qui, ai piedi del Castello, verso il mare, si trova il quartiere di Marina, con le sue vie parallele e perpendicolari, che anticamente era abitato da pescatori.
Arrivando dal mare, il porto è delimitato da Via Roma, suggestiva e bellisisma, con i suoi portici e i suoi palazzi del Novecento.
Tra questa via e il quartiere di Stampace si trova il Palazzo Comunale, edificato agli inizi del secolo scorso, in prezioso stile neogotico.
Da vedere, a Cagliari, anche la Cappella della Pietà in San Sepolcro, che si trova sull'omonima piazza.
Al suo interno potrete ammirare una cappella bianca, situata al centro della navata, fatta costruire dal vicerè Antonio Lopez de Ayala, nel 1686.
L'altare è intagliato e policromato, tipico esempio di arte barocca, su cui si erge la scultura della Vergine.
Interessante è anche la chiesa di Sant'Antonio Abate, che crea un suggestivo contrasto, fra le sue pareti bianche e l'intonaco dorato dei cartigli e dei capitelli.
Ancora, potrete ammirare la chiesa di San Michele, con la sua facciata in tufo.
L'interno della chiesa è ammorbidito dalla luce particolare, che illumina la pianta di forma ottagonale. 
Inoltre potrete ammirare le belle statue in legno dei Misteri, di Giuseppe Antonio Lonis, uno dei più importanti esponenti della sclutura lignea dell'isola, nato nella località di Sernobì.
Sempre da non perdere, presso il presbiterio di questa chiesa, la statua in "estofado de oro" di San Michele, che imita le lussuose vesti damascate.