Supramonte

 I Monti Corrasi e Tiscali

Il Supramonte è un'area ricca di importanti testimonianze storiche, soprattutto dell'età del ferro, corrispondente al periodo dei Nuraghi.
I paesaggi del Supramonte si caratterizzano per la presenza di una delle piante simbolo della Sardegna, come il Ginepro.
Questa pianta, così come questo territorio, si distingue per la sua forma contorta e affascinante.
Qui la natura è ancora incontaminata e selvaggia, abitata da animali come il muflone, l'acquila reale, la martora, il gracchio corallino o l'avvoltoio.
Il nome Supramonte richiama alla mente l'immagine suggestiva di una montagna sopra l'altra, un po' come il monte Corrasi, che raggiunge i 1463 metri sul livello del mare.
In questo territorio potrete ammirare suggestive grotte, ancora inesplorate, foreste di lecci secolari, mai tagliati durante la loro esistenza.
Ancora gran parte di questi territori sono abitati unicamente da pastori, che ancora non hanno lasciato i celebri "cuiles", una sorta di capanne, che richiamano per forma gli antichi nuraghi.
In quest'area si trovano anche numerose testimonianze del Villaggio di Capanne Nuragiche di Sa Sedda e Sos Carros, nei pressi della vallata di Lanaittu.
Anche nelle vicinanze del Monte Tiscali, alto oltre cinquecento metri, si trova un piccolo villaggio nuragico, con capanne che presentano architravi e coperture di legno di ginepro.
Nelle vicinanze di Tiscali si trovano anche la gola di Su Gorropu, che con pareti alte oltre quattrocento metri, costituendo uno dei canyon più alti d'Europa.

Alcune Strutture Consigliate