Trapani

  • Shopping
  • Mangiare e Bere
  • Tempo Libero

Offerte speciali

Nessun lastminute disponibile in questa zona

Eventi

Le mie vacanze

Nessun racconto di viaggio per questa zona

GUESTHotel Blog

Presto online...

Trapani è l'ultima provincia italiana, quella più occidentale della Sicilia, composta anche da piccoli isole. Qui le strade finiscono, così come l'autostrada, la statale e la linea ferrata.
Trapani è il capolinea di una regione, ma non solo. Anche di un paese intero, così come il paesaggio, che si esaurisce in piccoli scogli ciottolosi.
Si arriva a Trapani attraverso una strada lunga, intitolata a uno degli eroi locali, Giovanni Battista Fardella, combattente garibaldino.
Dalle case trapanesi trasuda aria africana.


Monumenti a Trapani
A Trapani, sorse nel III secolo a.C. ed è qui che nel IX secolo, sbarcarono le prime falangi dell'esercito saraceno e gli arabi.
Drepanon, così come veniva chiamata Trapani, era un villaggio florido,

Nel Cinquecento, Carlo V dotò Trapani di particolari privilegi e strutture difensive, permettendole di migliorare la propria posizione.
Attorno al Seicento invece ebbe inizio un periodo di decadenza, che trasformò Trapani nell'attuale città di provincia che oggi conosciamo, densa di tesori del passato.
Tra i monumenti più interessanti che potrete ammirare, il Santuario trecentesco dedicato alla Madonna di Trapani.
Questo è il monumento più importante di Trapani, insieme alla statua, miracolosa, dell'Annunziata e l'Adiacente Museo Pepoli, ospitato nell'Ex Convento dei padri carmelitani, in cui sono esposte alcune sculture del XVI e del XVII secolo e dipinti realizzati tra il Duecento e il Settecento.
Inoltre, all'interno si trova un reparto archeologico, una collezione numismatica, una di arti decorative e una raccolta di coralli.

Inoltre, a Trapani potrete ammirare edifici civili e religiosi, come quelli di via Garibaldi, Palazzo Ciambra con la Torre Giudecca, la Chiesa di San Pietro e la Cattedrale intitolata a San Lorenzo.
Man mano che il promontorio si restringe, si incontrano i bastioni che proteggevano anticamente il porto.
Si arriva poi alla Torre di Ligny, edificata nel 1671, da cui si gode un'ampia vista sul mare, le egadi, la costa di Bonagia e Pizzolungo.
Nel porto potrete ancora ammirare pescherecci dondolanti, protetti dalla mole del lazzaretto e guardati dalla torre della Colombaia, una fortezza realizzata ai tempi di Amilcare.
Questo edificio anticamente aveva anche la funzione di faro. Durante la battaglia delle Egadi, questo edificio venne distrutto dai romani, dopo la loro vittoria.
Da quel momento divenne riparo di centinaia di colombe. Per questo motivo venne chiamata Colombaia.