Monte Argentario

Porto Ercole e Porto Santo Stefano
Il promontorio del Monte Argentario si trova in provincia di Grosseto e comprende due comuni: Porto Santo Stefano e Porto Ercole.
Il monte Argentario si protende nel Mar Mediterraneo, in corrispondenza di due isole dell'Arcipelago Toscano: l'Isola del Giglio e l'Isola di Giannutri.
Anticamente anche l'Argentario era un'isola, ma ne corso dei secoli, con l'azione delle correnti, si è unito alla terra ferma, dando vita alla laguna di Orbetello. Il punto di maggiore altezza del Monte Argentario è quello di Punta Telegrafo, a 635 metri.
Sulle pareti dell'Argentario si coltiva la vita Ansonica.
In questa zona la costa è molto frastagliata, con cale e calette sassose, dove potersi rilassare, e di notevole bellezza dal punto di vista naturalistico. Qui si trovano entrambi i paesi di Porto Ercole e Porto Santo Stefano, che vanno a formare il comune di Monte Argentario.
Da queste due città si possono raggiungere facilmente le isole dell'Isolotto, l'Isola Rossa, l'Isola Argentarola, la Formica di Burano, l'Isola del Giglio, Giannutri e le Formiche di Grosseto.
Anticamente questo promontorio era abitato dagli Etruschi, e successivamente divenne proprietà della famiglia degli Enobarbi-Domizi, che la ottennero come risarcimento per le somme di denaro prestate alla Repubblica Romana per finanziare la seconda Guerra Punica.
Probabilmente da qui deriverebbe anche il nome del monte, in quanto "argentari" potrebbe essere riferito al fatto che nell'antica Roma venivano chiamati così i prestatori di denaro.
Durante il medioevo il monte Argentario passò nei domini degli Aldobrandeschi, degli Orsini, di Ladislao re di Napoli e di Siena, per finire poi sotto quello degli spagnoli intorno al Cinquecento.
Gli Spagnoli, all'epoca della loro dominazione, costruirono sul monte fortezze e torri di avvistamento per il controllo sul Mar Tirreno.
Tra queste, notevoli sono la Fortezza Spagnola a Porto Santo Stefano e Forte Filippo, Forte Stella e la Rocca aldobrandesca a Porto Ercole.
Presso le località del monte Argentario, si svolge, il 15 agosto di ogni anno, dal 1937, il celebre Palio Marinaro, in cui i quattro rioni del paese, Pilarella, Valle, Croce e Fortezza, si affrontano in una gara con le barche a remi. Ogni equipaggio è composto da un timoniere e da quattro vogatori.

Alcune Strutture Consigliate