Venezia

  • Shopping
  • Mangiare e Bere
  • Tempo Libero

Offerte speciali

Nessun lastminute disponibile in questa zona

Eventi

Le mie vacanze

Nessun racconto di viaggio per questa zona

GUESTHotel Blog

Presto online...

Venezia città d'acqua, magica e suggestiva. Luogo unico al mondo, dove si incontrano arte, cultura e storia. Questo l'ha resa la prima città per quanto riguarda l'afflusso turistico, in Italia. L'offerta dell'ospitalità, comprende hotel di lusso ed hotel economici, residence, alberghi di diversa categoria, b&b e appartamenti.

Storia e monumenti
Nella laguna di Venezia si entra attraverso l'ingresso dal bacino di San Marco. Subito ci si trova di fronte ad alcuni degli edifici più famosi e conosciuti della città, come Palazzo Ducale, la Basilica di San Marco e la stessa piazza. La Piazza San Marco ha forma di trapezio, ed è da sempre uno dei simboli della città lagunare più famosa del mondo. Qui si trova, oltre alla torre dell'orologio, anche Palazzo Ducale, al quale si accede attraversando la famosa Porta della Carta, un ingresso realizzato in stile gotico, dal quale si giunge al cortile interno. A lato si trova la Scala dei Giganti, così chiamata per le sue enormi statue, realizzate dal Sansovino. Per accedere ai piani superiori si sale la Scala d'Oro, così chiamata per le bellissime decorazioni. Poco lontano troviamo la famosissima Basilica di San Marco, caratterizzato da uno stile veneto bizantino. Dirigendosi da Piazza San Marco verso la Calle Larga XXII Marzo, realizzata nel 1880, percorrendola, si arriva fino a Campo San Fantin, dove si trova l'omonima chiesa. Proprio di fronte a questa chiesa si trova il famoso teatro La Fenice, costruito nel 1790, su un progetto dell'architetto Selva, distrutto dalle fiamme per ben due volte, nel 1836 e nel 1996, per ritornare sempre a nuova vita, come il famoso uccello mitologico.
Da vedere anche Campo S.Stefano, completamente circondato da Palazzi di importanti e ricche famiglie che scelsero Venezia come loro residenza. Ad esempio, il palazzo delle famiglie Pisani, attualmente ospita la sede del Conservatorio di Musica, che prende il nome del compositore Benedetto Marcello. Qui si trova anche la chiesa di S.Stefano, costruita nel 1200 dagli appartenenti all'ordine degli Agostiniani, realizzata in uno stile gotico. Lungo il Canal Regio, collegamento principale tra la terra ferma e la laguna, si trova Palazzo Contarini, nel cui giardino si trova il celebre Casino degli Spiriti, così chiamato perchè qui si riunivano gli spiriti eletti, ovvero gli intellettuali e i dotti.
Da vedere anche la Ca' d'oro, fatta costruire da Marino Contarini, nel 1441.
L'edificio è un classico esempio di arte gotica veneziana.
Nel 1916 Ca d'Oro fu donata dal suo proprietario Giorgio Franchetti allo Stato, e trasformata in Museo. Al suo interno si possono osservare il S.Sebastiano di Mantegna, oltre ad altre opere rinascimentali e della scuola toscana. Durante una visita a Venezia, non ci si può perdere il Ponte di Rialto, il più antico collegamento tra le due rive del Canal Grande. Secondo alcuni la sua costruzione risalirebbe addirittura al 1172, in legno, fatto poi ricostruire in pietra durante la Serenissima Repubblica di Venezia, nel 1557. A lato del ponte, si trova il Palazzo dei Camerlenghi, anticamente i magistrati che dovevano raccogliere offerte per la Repubblica. Nel Sestiere di Santa Croce si trova invece Cà Pesaro, fatta costruire da Baldassarre Longhena, nel 1628, mentre in quello di Dorsoduro si trova Cà Rezzonico, un'elegante e lussuoso palazzo oggi museo del Settecento Veneziano, con opere, arredi e dipinti dell'epoca. Il bacino di San Marco è incorniciato dalle isole di San Giorgio Maggiore, chiamata isola dei Cipressi, e dalla Giudecca. Altre isola della laguna sono Murano, famosa per la sua produzione artistica di vetro, e per monumenti come la Cattedrale di San Donato, Burano, centro di pescatori, con piccole case basse e colorate, dove venivano realizzati i famosi merletti. A sud di Burano troviamo il monastero di San Francesco del Deserto, fondato dal Santo originario di Assisi. Qui, nella chiesa circondata dai cipressi neri, il tempo sembra essersi fermato.